Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 Congresso e segretario decisione da Direttorio

Cosa si deciderà nel Direttorio di oggi, possibili nomi prossimi segretari dello schieramento e possibili effetti sulle novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

pensioni novità direttorio pd congresso nuovi segretari


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:47): A osservarle dell'esterno, le due anime della maggioranza o ex maggioranza sembrano tra loro inconciliabili perché nessuna delle due si fida dell'altra. Nonostante il segretario, come ricordato dalle ultime e ultimissime notizie, abbia indicato come prioritaria la modifica alla legge elettorale, si guardano a vista e di conseguenza viene meno anche il contributo aggiuntivo sulle novità per le pensioni dell'opposizione interna.

E’ in programma a fine mattinata il nuovo Direttorio della maggioranza, indetto per decidere la data del prossimo Congresso e i nomi che potrebbero essere proposti per diventare nuovo segretario dello schieramento. All’indomani delle ultime notizie sulla decisione del Presidente della Repubblica di dare incarico di premier a Paolo Gentiloni, sarebbe incerta la presenza del premier dimissionario alla riunione di oggi del Direttorio, stando alle ultime notizie.

Il Congresso, che stando alle ultime notizie potrebbe tenersi tra febbraio e marzo prossimi, deciderà i nomi di coloro che prenderanno parte alle primarie, che si terranno sempre nel mese di marzo. Secondo le ultime notizie, potrebbe ripresentarsi Matteo Renzi, per riconquistare la legittimazione a candidarsi come premier. A sfidarlo certamente l’attuale governatore della Toscana, Enrico Rossi, che rivedrebbe alcuni sistemi di lavoro dell’attuale schieramento di sinistra e avrebbe sicuramente un impatto positivo sulla realizzazione di importanti novità per le pensioni, lui che è sempre stato favorevole all’attuazione di novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41, e al ricalcolo delle pensioni più elevate.

Lo stesso Rossi nella sua regione ha già dato il via al piano di rimborso totale ai pensionati secondo quanto stabilito dall’Alta Corte. Insieme ad Enrico Rossi, altro candidato per la segretaria potrebbe essere Roberto Speranza, di quella opposizione interna che sostiene da sempre novità per le pensioni, e le ultime notizie riportano anche il nome dell’attuale ministro della Giustizia, e anche in questo caso di potrebbero essere effetti positivi sulle novità per le pensioni, considerando che lo stesso ministro della Giustizia parla da sempre della necessità di porre attenzione alle questioni sociali, da occupazione a pensioni che, come ormai ben sappiamo, sono strettamente collegate.

Altro nome papabile potrebbe essere quello dell’attuale ministro per le Politiche Agricole. Ma circolano anche nomi come quello di Emiliano, attuale governatore della regione Puglia, lui che invece nella sua regione ha dato già il via mesi fa ad una sorta di assegno universale e che quindi sosterebbe gli impegni sulle questioni sociali, novità per le pensioni comprese; e non si esclude un possibile ritorno dell’ex premier Bersani.

Anche in questo caso si potrebbe ben sperare in una ripresa di impegni profondi sulle novità per le pensioni, considerando che Bersani, come riportano anche le ultime notizie, è stato colui che ha in un certo senso ripreso Renzi che,a suo dire, avrebbe trascurato rispetto a quanto avrebbe dovuto occuparsene i bisogni della gente e le loro reali richieste per condizioni di vita migliori, e tra queste misure rientrano senza dubbio anche le novità per le pensioni, considerando che le attuali mini pensioni e quota 41 non servono certo a soddisfare le richieste di modifiche pensionistiche presentate in questi ultimissimi mesi, e forse anni.

Al momento sono, dunque, ancora tante le incertezze e i nodi da sciogliere per permettere al’attuale maggioranza di continuare ad andare avanti nel migliore dei modi. E in questo contesto, stando alle ultime e ultimissime notizie, apparirebbe piuttosto difficile l’ipotesi di costituire un nuovo partito con la grande probabilità che, a prescindere dai nomi dei candidati segretari che circolano e che potrebbero effettivamente essere proposti, sia proprio Renzi a rimanere segretario della forza politica. E se così fosse, in vista delle prossime elezioni, forse anche Renzi rimetterebbe mani su quelle novità per le pensioni tanto importanti per i cittadini che, però, finora ha poco considerato, forse per budget ristretto da poter impiegare, forse per priorità da dare ad altri provvedimenti importanti per la crescita dell'economia italiana, ma certamente ridotte a quelle mini pensioni e quota 41 attuali che sono molto limitate e rischiano di rivelarsi, come pronosticato da tanti, inutili e inefficaci.

di Marianna Quatraro pubblicato il