Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 Del Rio, Prodi, Grasso

Ultime posizioni Grasso, Prodi e Delrio su possibili novità per le pensioni all’indomani delle ultime notizie politiche del nostro Paese

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:33): Del Rio sarebbe un fedelissimo, Prodi una sicurezza per i mercati, mentre Grasso un punto simbolico rappresentantivo delle istituzioni. Nessuno di loro farebbe novità per le pensioni anche perchè se chiamati dovrebbero andare ad occuparsi del metodo di voto e basta. Forse, solo Del Rio nelle ultime notizie e ultimissime, potrebbe rimanere più a lungo, ma al momento non appare proprio che sia così

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:40): Stanno circolando tanti nomi per la successione al presidente del Consiglio uscente, tra cui quella di un esecutivo a carattere istituzionale. L'obiettivo di base, come sta emergendo dalle ultime e ultimissime notizie, è di portare a casa quanto finora stabilito ovvero concludere l'iter, inclusa la parte sulle novità per le pensioni. Poi si potrebbero aprire nuove strade.

Cosa si prospetta all’indomani delle ultime notizie politiche sul nostro Paese? Chi potrebbe prendere il posto dell’attuale premier dopo la sua comunicazione ufficiale al Presidente della Repubblica sull’intenzione di lasciare la guida della maggioranza? Che tipo di governo sarà costituito? Si andrà ad elezioni anticipate? E quali impatti potrebbero avere i diversi cambiamenti sulle novità per le pensioni tanto care ai cittadini? Sono moltissimi i quesiti e i timori all’indomani delle ultime notizie che raccontano di una grande confusione e incertezza politica nel nostro Paese. E sembra che l’ultima parola dovrà toccare al Presidente della Repubblica: Renzi oggi si recherà al Colle per comunicare la sua decisione di lasciare il suo incarico di premier e a quel punto toccherà al Presidente esprimersi. La sua posizione, come confermano le ultime notizie, resta quella di voler cercare di garantire all’Italia una stabilità che però difficilmente sarà mantenuta e l’ipotesi più accreditata è quella di costituzione di un governo tecnico. Niente elezioni anticipate, dunque.

Non vi sarebbero i soldi necessari ma, soprattutto, manca organizzazione all’interno dei diversi schieramenti politici per andare ad urne anticipate, nonostante Lega e Fratelli di Italia incalzino su questo punto. Alla guida dell’eventuale governo tecnico, stando a quanto riportano le ultime notizie, potrebbero arrivare l’attuale ministro dell’Economia, che sembra essere il nome più accreditato ma che non sarebbe per nulla positivo per le novità per le pensioni portando con sé il rischio di un blocco delle discussioni in merito, vista la sua ribadita contrarietà alle stesse novità per le pensioni mai considerate priorità per la crescita economica del nostro Paese. Ma spicca anche il nome dell’attuale presidente di Palazzo Madama Grasso, che proporrebbe uno scenario più positivo per la realizzazione di ulteriori novità per le pensioni, considerando che ne è sempre stato favorevole, soprattutto perché collegate al rilancio con l’occupazione, e un clima di lavoro probabilmente più sereno considerando la sua apertura alle opposizioni, per cui si potrebbe intraprendere un cammino di lavoro condiviso sulle questioni più importanti per il bene Paese, comprese le stesse novità per le pensioni.

Accanto al nome di Grasso, spiccano anche altre due figure che potrebbero porsi a guida della maggioranza: secondo quanto riportano le ultime e ultimissime notizie, sarebbe tornato a farsi sentire il nome di Romano Prodi, fatto da alcuni membri della stessa maggioranza, figura che grazie alla sua dimensione internazionale, potrebbe garantire all’Italia almeno un po’ di tranquillità a livello europeo. Anche con lui non si avrebbero particolari cambiamenti relativi alle novità per le pensioni, probabilmente si porterebbero avanti solo le attuali mini pensioni e quota 41 e anche il futuro sul da farsi sarebbe incerto e ci si chiede, per esempio, dove finirà quella famosa fase due di lavoro sulle novità per le pensioni che avrebbe dovuto prevedere novità per le pensioni più importanti, a partire dalla revisione delle aspettative di vita, tanto richiesta finora, e che riuscirebbe ad andare anche oltre le novità per le pensioni di quota 100 e di quota 41 per tutti.


Altro nome che circola è quello del ministro Graziano Delrio, personalità molto vicina al premier e che potrebbe garantire continuità al Paese, e in tal caso, sulle novità per le pensioni probabilmente si continuerebbe ad andare avanti sulla strada finora tracciata, cioè con quelle mini pensioni e quota 41 molto limitate ma le uniche al momento possibili in base alla disponibilità economica. Ma si continuerebbe comunque a lavorare per modifiche pensionistiche che lo stesso Delrio ha affermato di considerare importanti. Sono, dunque, tantissime le incertezze che si profilano al momento e la speranza di miglioramento risiede nella capacità di tutte le nostre forze politiche di adeguata capacità organizzativa tale da permettere all’Italia di superare questo momento di novità nel migliore dei modi fino all’appuntamento delle prossime elezioni del 2018.  

di Chiara Compagnucci pubblicato il