Fondi Pensioni complementari per il commerciale: Eurizon si aggiudica buona parte del TFR per 5 anni

Intesa Sanpaolo porta a casa una fetta importante della torta della gestione del tfr del dopo riforma


Intesa Sanpaolo porta a casa una fetta importante della torta della gestione del tfr del dopo riforma. La sua società di risparmio gestito Eurizon si è infatti aggiudicata la gestione per cinque anni di una parte importante del fondo negoziale del commercio, cioè il contenitore nel quale sono raccolti gli accantonamenti del trattamento di fine rapporto dei dipendenti delle aziende del commercio, del turismo e dei servizi.

Si tratta di Fonte, il fondo che raccoglie il maggior numero di adesioni dopo quello dei metalmeccanici (Cometa). Eurizon gestirà la linea garantita di questo fondo, cioè quello a minore rischio e quello nel quale vengono collocati gli accantonamenti dei lavoratori che non esprimono alcuna preferenza circa l'impiego del proprio tfr maturato.

Il gestore metterà in tasca a titolo di commissione lo 0,25% delle masse (fino alla soglia di 50 milioni di euro). Non solo, ma è prevista una garanzia sul capitale e anche un rendimento minimo per Eurizon che intascherà comunque una quota pari all'inflazione europea, anche in caso il lavoratore non continui i versamenti (causa pensionamento, decesso, invalidità, inoccupazione per 48 mesi o storni per spese sanitarie, le deroghe ai versamenti previste dal fondo sono in effetti diverse).

Fonte oggi conta su 27300 iscritti e 172 milioni di euro. Difficile stabilire quanti di questi saranno nel garantito; ma rappresenterà probabilmente il comparto più corposo. La novità rappresenta sicuramente un elemento importante per Eurizon, dopo il fallimento della fusione con Intesa Vita e con la sgr del Credit Agricole, confermando comunque l'appeal che la società ancora possiede, dal momento che Eurizon è stata scelta per l'amministrazione tra cinque.

Intesa Sanpaolo oggi guadagna circa un punto percentuale, sovraperformando di poco l'S&P/Mib che via in rialzo di otto decimi di punto. La borsa sembra essersi ripresa dopo lo scivolone dei giorni scorsi e le novità per la sua sgr hanno consentito al colosso lombardo-piemontese di ripartire di slancio.

di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il