Banche inglesi tra cui Barclays condannate per truffa ai clienti con prodotti finanziari manipolati

Lo scandalo delle banche inglesi. Il premier Cameron: “Chi viola le regole deve pagare le conseguenze”


Alcune tra le grandi banche inglesi sono state condannate per aver truffato i loro clienti offrendo prodotti finanziari manipolati. Tra queste figurerebbe anche Barclays. La banca è stata multata per manipolazione  dei tassi di interesse Libor (usati per i prestiti interbancari): 450 milioni di dollari di sanzione che l'istituto di credito dovrà pagare dopo aver raggiunto un accordo con la Financial Services Authority (Fsa).

Il caso ha creato grande scalpore a Londra, soprattutto perché, come sopra accennato, insieme a Barclays sono rimaste coinvolte nella vicenda anche Hsbc, Lloyds Banking Group e Royal Bank of Scotland che hanno accettato di riparare ai danni subiti dai loro clienti rimasti vittime di questo tipo di strumenti finanziari strutturati.

Secondo le autorità inglesi e americane (Commodity Future Trading Commission), prima del 2008, sono stati compiuti numerosi tentativi per manipolare il Libor, indice che serve a calcolare gli interessi interbancari, i tassi dei mutui e i costi delle carte di credito.

Mentre il primo ministro del Regno Unito, David Cameron, punta il dito sull’ l'amministratore delegato di Barclays Bob Diamond, le autorità si dicono già pronte a indagare sul top management della Banca.

Cameron ha inoltre detto “La gente in Gran Bretagna è arrabbiata con le banche e lo sono anche io. Chi viola le regole deve affrontare le conseguenze”, mentre “C’è qualcosa di molto sbagliato nell’industria bancaria britannica”, ha dichiarato il governatore della Banca d’Inghilterra Mervyn King.

di Marianna Quatraro pubblicato il