Fondo mutui per famiglie in difficoltà con pagamento rate sbloccato: dal 15 novembre 2010 al via

Al via dal 15 novembre il Fondo mutui per le famiglie in difficoltà. Come avere il beneficio


Al via il Fondo di solidarietà per i mutui prima casa. Sembra, infatti che dal prossimo 15 novembre, le famiglie italiane in difficoltà con il pagamento delle rate per la perdita del lavoro o altri eventi sfavorevoli potranno recarsi in banca e presentare la richiesta della sospensione dei pagamenti.

A sbloccare la situazione, il ministero dell'Economia e delle Finanze. L'agevolazione riguarda i mutui per l'abitazione principale di importo fino a 250 mila euro stipulati da famiglie con reddito annuo non superiore a 30 mila euro sulla base dell'indicatore Isee.

La sospensione può essere richiesta non più di due volte, per un periodo complessivamente non superiore a 18 mesi, anche da chi è rimasto indietro con le rate e da chi ha già usufruito di agevolazioni simili come il Piano famiglie dell'Abi e dalle associazioni dei consumatori.

Il Fondo rimborsa alle banche solo la quota corrispondente al parametro di riferimento, che sono l'Euribor per i prodotti a tasso variabile, e l'Irs per i fissi, e non quella relativa allo spread, cioè il guadagno dell'istituto di credito. Il Fondo parte con una dotazione iniziale di 20 milioni di euro, che sufficiente a garantire i blocco dei pagamenti ad alcune migliaia di famiglie.

I moduli dovranno essere presentati alla propria banca, che poi li inoltrerà a Consap, la società che materialmente gestisce il Fondo, per il nullaosta. Una volta ottenuto il via libera, l'istituto di credito comunicherà entro 5 giorni al beneficiario la sospensione e attiverà lo stop alle rate entro i 30 giorni lavorativi seguenti.

Le prime sospensioni dovrebbero iniziare a partire dal 2011. I moduli per l'adesione si possono scaricare sul sito www.dt.tesoro.it/fondomutuiprimacasa.

di Marcello Tansini pubblicato il