Il Sole 24 Ore finalmente verrà quotato in Borsa. Probabilmente entro la prossima primavera

Forse ci siamo: questa è la volta buona che Il Sole 24 Ore va in borsa


Forse ci siamo: questa è la volta buona che Il Sole 24 Ore va in borsa. La giunta straordinaria di Confindustria ieri ha deciso di rimandare a marzo la decisione definitiva, ma intanto ha incaricato una commissione ad hoc guidata da Giancarlo Cerutti (che è tra l'altro anche consigliere di Mediobanca) di stabilire le linee guida del progetto di quotazione del quotidiano color salmone.


La mozione è stata approvata con il 70% dei voti (una decina i contrari su 70). Nell'ipotesi di sbarco a piazza Affari la proprietà di ciascun azionista sarebbe circoscritta sotto la soglia dell'1%: si tratterebbe insomma di trasformare il gruppo editoriale in una public company quotata. L'offerta dovrebbe riguardare il 32,5% dopo l'aumento di capitale e la commissione verificherà le possibilità di successo del collocamento di un prestito obbligazionario non convertibile rivolto ad associazioni territoriali e di categoria.

Secondo l'ipotesi il gruppo sarebbe valutato intorno al miliardo di euro, pari a circa 20 volte l'ebitda. Un'altra questione riguarda la governance: la commissione dovrà stabilire le modifiche allo statuto necessarie al "modello dualistico di amministrazione e controllo" funzionale alla quotazione.

Per quanto riguarda gli advisor, saranno proposti da Montezemolo il 19 dicembre, in occasione del prossimo cda, mentre la giunta esaminerà i risultati poco prima dell'assemblea straordinaria del 15 marzo.

Non tutti però sono d'accordo con l'operazione: è contraria per esempio Federchimica; l'ex presidente di Assolombarda Michele Perini fa sapere che "non c'è ancora parere favorevole, c'è una discussione in corso e non è facile".

Secondo Giorgio Squinzi, presidente di Federchimica, è "giusto fare approfondimenti. Si deve trovare un advisor che sia completamente indipendente da Confindustria e dai suoi esponenti, in grado di fare un'analisi profonda per poi dirci se fare o no la quotazione". Una questione tutt'altro che semplice per un'associazione come Confindustria.

Con l'operazione, Cerutti, appartenente all'area di centrodestra (e forse proprio per questo scelto da Montezemolo come timoniere dell'Ipo), potrebbe guadagnarsi la presidenza del Sole 24 Ore. È possibile quindi che anche la linea editoriale risenta dell'ingresso a palazzo Mezzanotte.

di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il