Multiutility: il settore italiano e non solo è in fermento in Borsa

Endesa Italia è sempre più agguerrita


Endesa Italia è sempre più agguerrita. Sarà che ieri la capogruppo spagnola ha visto il via libera della Corte suprema iberica alle maxiofferte su di lei da parte di Gas Natural e di E.On, ma nel Belpaese i conflitti con Edison si inaspriscono. Jesus Olmos presidente di Endesa Italia rilancia oggi dalle colonne di Finanza & Mercati le cause legali avviate insieme ad Acea contro Edison. Il nodo è sempre quello della ex Genco Edipower di cui per legge non si dovrebbe possedere più del 30% ma che è di fatto controllata da Edison.

Quest’ultima in borsa non sembra risentire del piglio aggressivo dello spagnolo e guadagna circa lo 0,87%: con i suoi numeri non stupisce e probabilmente anche le accelerazioni nella privatizzazione in corso da quest’anno sono destinate a favorirne lo sviluppo. Tutto il settore si avvantaggia poi (anche oggi) delle rinnovate tensioni fra Hera e Enìa e fra Aem e Asm.

In queste ultime e difficili nozze ha un ruolo anche Endesa Italia socia di Asm (la multiutility comasca ha il 20% di Endesa Italia) e sponsor di una eventuale fusione Aem-Asm che le regalerebbe “un socio più forte”. Insomma fra gli spagnoli di Endesa e i francesi di Edf, che controllano di fatto Edison, c’è di mezzo Aem. La multiutility milanese è infatti l’altro socio importante di Edison dopo i francesi e prima di Zaleski. Tuttavia, se queste nozze con Como si faranno, alla fine potrebbero essere proprio i milanesi di Aem i più importanti fra questi tre player del nostro mercato dell'enrgia.

La politica però, si sa, non ha i tempi della finanza, né Aem sembra dinamica quanto le sue concorrenti: rimane quindi il rischio che, per qualche posto nel board diviso fra il Comune di Milano e quello di Como, alla fine Aem-Asm rimanga soltanto un bel sogno. Anche ieri il posticipo della cessione ad Asm del 41,109 %, della società Mestni Plinovodi d.o.o. di AEM potrebbe essere un altro segnale delle crescenti difficoltà di questa combattuta unione.

di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il